In Bandi

Nome dell’Avviso e Programma di provenienza

Avviso: AVVISO PUBBLICO per la presentazione di domande di partecipazione a valere su PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA – MISSIONE 1 – COMPONENTE 1 – INVESTIMENTO 1.4 “SERVIZI E CITTADINANZA DIGITALE” MISURA 1.4.3 “ADOZIONE APP IO” COMUNI (APRILE 2022) FINANZIATO DALL’UNIONE EUROPEA – NextGenerationEU

 

Programma: PNRR

 

Tipologia di Richiedenti/ Beneficiari

Sono invitati a presentare proposte a valere sul presente Avviso esclusivamente i Comuni.

Data di apertura/ scadenza della presentazione della domanda

Data di apertura: 04/04/2022

Data di chiusura: 02/09/2022 (ore 23.59)

Valore Progettuale Minimo e massimo

Non indicati

Percentuale di cofinanziamento

Non indicata

Limiti inferiore e superiore di Cofinanziamento

Gli importi del finanziamento, riconosciuti per ogni singolo servizio, per cluster demografici sono i seguenti:

a. per i Comuni fino a 5.000 ab. – App IO: €243

b. per i Comuni 5.001 – 20.000 ab. – App IO: €343

c. per i Comuni 20.001 – 100.000 ab. – App IO: €728

d. per i Comuni 100.001 – 250.000 ab. – App IO: €1.099

e. per i Comuni > 250.000 ab. – App IO: €3.187

 

Descrizione Sintetica

Il presente Avviso attua, all’interno della Missione 1 Componente 1 del PNRR, finanziato dall’Unione europea nel contesto dell’iniziativa NextGenerationEU, nell’ambito dell’Investimento 1.4 “SERVIZI E CITTADINANZA DIGITALE”, la Misura 1.4.3 “ADOZIONE APP IO”. La Misura è collegata all’articolo 64-bis del CAD che prevede che le pubbliche amministrazioni e gli altri soggetti di cui all’art. 2, comma 2 del CAD, tramite il punto di accesso telematico attivato presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, rendano fruibili digitalmente i propri servizi. Inoltre, l’articolo 3-bis, comma 1, del CAD, al fine di semplificare e favorire l’accesso ai servizi in rete della pubblica amministrazione da parte di cittadini e imprese e l’effettivo esercizio del diritto all’uso delle tecnologie digitali, ha introdotto il diritto di accedere ai servizi on-line della pubblica amministrazione “tramite la propria identità digitale e anche attraverso il punto di accesso telematico di cui all’articolo 64-bis”. In particolare, l’App IO mette a disposizione di tutte le pubbliche amministrazioni e gli altri soggetti di cui all’art. 2 del CAD una piattaforma comune e semplice da usare, con la quale relazionarsi in modo personalizzato, rapido e sicuro, consentendo l’accesso ai servizi e alle comunicazioni delle amministrazioni direttamente dal proprio smartphone. Inoltre, la sua implementazione determina una maggiore fruibilità dei servizi online, permettendo di accedere, attraverso l’App, che si basa sull’utilizzo di altre piattaforme abilitanti previste dalla legge, ad una pluralità di servizi e informazioni.

I milestone e target europei previsti per la Misura1.4.3 sono i seguenti:

1. target M1C1-127, da conseguirsi entro dicembre 2023: a. Garantire un aumento del numero di servizi integrati nell’applicazione “IO” per:

– le pubbliche amministrazioni già nello scenario di riferimento (2.700 entità);

– le nuove pubbliche amministrazioni che aderiscono alla piattaforma (4.300 nuove entità).

2. target M1C1-150, da conseguirsi entro giugno 2026: a. Garantire un aumento del numero di servizi integrati nell’applicazione “IO” per:

– le pubbliche amministrazioni che utilizzano già l’applicazione “IO” (7.000 entità);

– le nuove pubbliche amministrazioni che aderiscono all’applicazione (7.100 nuove entità). L’obiettivo finale è disporre in media di 50 servizi per Comune.

L’importo del finanziamento concedibile ai Soggetti Attuatori di cui all’art. 5 è individuato, ai sensi dell’art. 53 par. 1. Lett. c) del Reg. UE 1060/2021, in un importo forfettario (lump sum) determinato in funzione:

i) del numero di servizi attivati;

ii) della classe di popolazione residente di riferimento del medesimo Soggetto Attuatore.

La classe di popolazione residente di appartenenza del singolo Soggetto Attuatore è determinata sulla base di quanto al dato ISTAT 2021. La sovvenzione, nella misura dell’importo forfettario, sarà erogata in un’unica soluzione a seguito del perfezionamento delle attività di integrazione e attivazione dei servizi attraverso le piattaforme oggetto del finanziamento per come disposto all’art. 13 del presente Avviso.

Per l’App IO, i servizi attivabili possono essere classificati secondo 3 differenti tipologie. In particolare:

Tipologia 1 Messaggi inviati allo specifico cittadino, individuato per codice fiscale, che possono essere:
– informativi (solo testo o con allegati),
– veicolare dei promemoria/scadenze (da aggiungere al calendario),
– avvisi di pagamento.

Tipologia 2 Punti di accesso a servizi già digitalizzati presso i canali gestiti dall’ente, a cui l’utente di IO può accedere senza inserire nuovamente le sue credenziali (single sign on) che permettono un’interattività bidirezionale.

Tipologia 3 Tecnologie abilitanti che permettono sempre un’interattività bidirezionale, ma che richiedono ulteriori implementazioni all’Ente, non presenti sul developer portal. Nell’individuazione di un servizio attivabile sull’APP IO, l’Ente potrà inoltre considerare le seguenti caratteristiche:
– uno scopo / obiettivo (es. iscrizione, promemoria, pagamento, informazione, certificati, sovvenzione);
– un pubblico di riferimento (tutti / o caratterizzati da attributi, es. età, professione, residenza);
– un attore che lo eroga;
– un livello di interattività con i cittadini (es. monodirezionale / bidirezionale);
– un ambito (es.: Istruzione, Vita lavorativa, Anagrafe e stato civile…);
– un’area geografica di competenza (es. tutto il territorio nazionale, il Comune, la Regione, …).

L’obiettivo del presente Avviso è quindi la migrazione e l’attivazione dei servizi digitali (App IO), seguendo una logica di “pacchetti” che identificano il numero minimo di servizi da integrare a fronte di una singola adesione all’Avviso con il fine di agevolare l’integrazione cd. full per ciascun Soggetto Attuatore.

Per migrazione Full si intende l’attivazione, in AppIO, di una media di 50 servizi per ciascun Comune.

Documentazione richiesta

I Soggetti Attuatori devono presentare domanda di ammissione al finanziamento esclusivamente tramite il sito PA digitale 2026 (d’ora in avanti, anche “la Piattaforma” o “il Sistema”), accessibile all’indirizzo https:/padigitale2026.gov.it/. Per l’accesso alla Piattaforma è obbligatorio il possesso di una identità digitale dell’utente (SPID, CIE). Il legale rappresentante del Soggetto Attuatore deve quindi registrare la propria Amministrazione utilizzando il relativo codice IPA. Il Sistema invierà una PEC all’indirizzo registrato nell’anagrafica IPA con un apposito link per concludere la registrazione. La registrazione alla Piattaforma consentirà al Soggetto Attuatore di candidarsi a tutti gli Avvisi ad esso destinati.

Dopo la registrazione il Soggetto Attuatore può accedere ad un’area della Piattaforma dedicata alla compilazione online della domanda di partecipazione. La domanda, resa nella forma dell’autocertificazione, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e con le responsabilità previste dagli artt. 75 e 76 dello stesso Decreto, una volta compilata dovrà essere scaricata in formato PDF, sottoscritta digitalmente dal legale rappresentante del Soggetto Attuatore proponente e ricaricata sulla Piattaforma. Il modulo generato dal sistema riprende il facsimile di cui all’Allegato 3 al presente Avviso

Punti di attenzione

L’obiettivo del presente Avviso è la migrazione e l’attivazione dei servizi digitali dell’ente sull’APP IO – nel rispetto dei “pacchetti minimi” con limite massimo di 50 servizi finanziabili.

Pacchetto minimo di servizi per fascia di popolazione:

a. 3 servizi per i Comuni fino a 5.000 abitanti;
b. 3 servizi per i Comuni 5.001 – 20.000 abitanti;
c. 5 servizi per i Comuni 20.001 – 100.000 abitanti;
d. 5 servizi per i Comuni 100.001 – 250.000 abitanti;
e. 5 servizi per i Comuni > 250.000 abitanti.

Ai sensi dell’art. 5 comma 2 dell’Avviso, pertanto, ogni Soggetto Attuatore potrà inoltrare una sola richiesta di adesione per avviso nei tempi previsti dall’art. 9 comma 1 dell’Avviso, fino alla migrazione e attivazione del limite massimo di servizi attivabile sopra menzionato.

 

Area di Cooperazione

Italia

Partenariato

Non richiesto

Tipo di Finanziamento

Importo forfettario

Risorse complessive

90.000.000,00 Euro

Link Bando:

Post recenti

Leave a Comment

quattro × tre =

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

X