I CONTROLLI DEI REVISORI DEGLI ENTI LOCALI SUGLI ORGANISMI PARTECIPATI

15,00

E-BOOK

Guida operativa

Negli ultimi anni si è assistito ad un processo evolutivo continuo dei modelli organizzativi per la gestione dei servizi pubblici locali e delle attività strumentali che ha reso obiettivamente difficoltoso la ricostruzione dei vari tasselli del mosaico normativo che si è venuto a creare.

COD: EBK.012 Categorie: ,

Descrizione

Guida operativa

Negli ultimi anni si è assistito ad un processo evolutivo continuo dei modelli organizzativi per la gestione dei servizi pubblici locali e delle attività strumentali che ha reso obiettivamente difficoltoso la ricostruzione dei vari tasselli del mosaico normativo che si è venuto a creare.

È in tal contesto legislativo mutabile che i Revisori degli Enti Locali devono operare per esprimere il parere sulle modalità di gestione dei servizi e proposte di costituzione o di partecipazione ad Organismi esterni.  Compito che il Dlgs. n. 267/00 (Tuel) affida loro.

Una volta che il processo di esternalizzazione ha avuto luogo, l’occhio dei Revisori deve rimare vigile sui rapporti finanziari ed economici che si instaurano tra Ente Locale ed Organismi partecipati, tenuto presente che – in virtù delle funzioni assegnate – i membri dell’Organo di Revisione economico-finanziario sono chiamati anche a verificare il rispetto delle norme che hanno riflessi sulla capacità di spesa degli Enti Locali in relazione all’andamento gestionale delle entità parallele.

A quanto sopra si aggiunga che, al fine di consentire alla Giustizia contabile il c.d. “controllo-monitoraggio” ex art. 1, commi 166-168, della Legge n. 266/05, nei Questionari del “controllo collaborativo”, i Revisori devono dare atto se l’Ente controllato:

– ha rispettato “… i vincoli normativi relativi ai compensi ed al numero degli amministratori delle società partecipate direttamente o indirettamente [dalla stessa Amministrazione]”;
– ha emanato le “… direttive di indirizzo che coordinino le politiche assunzionali degli organismi comunque partecipati di cui all’art. 18, comma 2-bis, del d.l. n. 112/2008 al fine di garantire una graduale riduzione del rapporto percentuale tra spesa del personale e spesa corrente”;
–  ha osservato gli obblighi di pubblicazione dei dati relativi alle gestioni parallele.

Da più parti si è avvertita l’esigenza di avere una guida operativa che, nel complesso scenario normativo, supportasse i Revisori nell’adempimento dei compiti sopra esposti.  Il lavoro prodotto dagli Esperti del Centro Studi Enti Locali mira giusto ad agevolare i predetti soggetti nell’assolvere senza indugio ai controlli in materia di Organismi partecipati.

 

Autori: Ivan Bonitatibus e Federica Giglioli

 

PREZZO E-BOOK  € 15,00 Iva inclusa

E-Learning

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

X
X