LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEGLI ENTI LOCALI

15,00

E-BOOK

IL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE. LA PIATTAFORMA CERTIFICAZIONE CREDITI. COSA CAMBIA? COSA OCCORRE FARE DA SUBITO?

Il Dl. n. 66/14, ha introdotto alcune importanti novità riguardanti la fatturazione degli Enti Locali. In particolare, l’art. 27 del Dl. n. 66/14 ha sancito l’obbligo di comunicare, attraverso la Piattaforma elettronica per la certificazione dei crediti, i dati relativi alle fatture emesse a decorrere dal 1° luglio 2014, nonché i dati relativi alle fatture emesse nel 1° semestre del 2014 e non ancora estinte.

COD: EBK.003 Categorie: ,

Descrizione

IL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE. LA PIATTAFORMA CERTIFICAZIONE CREDITI. COSA CAMBIA? COSA OCCORRE FARE DA SUBITO?

Il Dl. n. 66/14, ha introdotto alcune importanti novità riguardanti la fatturazione degli Enti Locali. In particolare, l’art. 27 del Dl. n. 66/14 ha sancito l’obbligo di comunicare, attraverso la Piattaforma elettronica per la certificazione dei crediti, i dati relativi alle fatture emesse a decorrere dal 1° luglio 2014, nonché i dati relativi alle fatture emesse nel 1° semestre del 2014 e non ancora estinte.

Lo stesso Decreto, all’art. 25 ha disposto l’anticipazione dei termini di entrata in vigore dell’obbligo di utilizzo della fatturazione elettronica.

L’obbligo della gestione del ciclo passivo delle fatture per le Pubbliche Amministrazioni è definito da 2 date ben precise, il 6 giugno 2014 per le Amministrazioni centrali e il 31 marzo 2015 per tutte le altre Amministrazioni pubbliche. Pertanto, tutti i fornitori, Pubbliche Amministrazioni locali comprese, devono rivedere, a decorrere dal 6 giugno, la gestione del ciclo attivo delle fatture qualora emettano fatture alle Amministrazioni centrali ovvero Ministeri, Scuole di ogni ordine e grado, Agenzie fiscali ed Enti di assistenza e previdenza, producendo la fattura secondo il formato elettronico indicato dall’Allegato “A” del Dm. n. 55/13 ed inviandolo con il Sistema di interscambio (“Sdi”).

La gestione del ciclo attivo delle fatture elettroniche presenta delle peculiarità che dovranno essere osservate per garantire il rispetto delle procedure di produzione, trattamento e conservazione previste per i documenti fiscali elettronici.

La fattura elettronica prodotta nei confronti della P.A. impone un nuovo modello di informatizzazione, connesso con la capacità degli applicativi di scambiarsi informazioni grazie a strutture di dati condivisi, indispensabili per automatizzare la procedura di data entry delle fatture nel gestionale di contabilità, nonché nel registro di protocollo e “Registro unico delle fatture”, di cui all’art. 42, del Dl. 24 aprile 2014 n. 66, e migliorare anche la qualità dei dati inseriti, evitando la produzione di errori di digitalizzazione.

Il presente lavoro si prefigge l’obiettivo di ricostruire il complesso quadro normativo vigente, delineando tutte le caratteristiche e le peculiarità della fatturazione elettronica, al fine di fornire ai fornitori, incluse le Pubbliche Amministrazioni, tutti gli elementi conoscitivi di base per poter approcciarsi fin da subito agli oneri connessi alla fatturazione attiva nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni statali.

Del pari, nella presente trattazione vengono evidenziate le criticità rilevate e gli aspetti migliorabili del sistema inerente alla fatturazione passiva delle Pubbliche Amministrazioni, in un complesso quadro di riorganizzazione dei processi amministrativi interni alle Amministrazioni.

 

Autori: Cesare Ciabatti, Calogero Di Liberto, Nicola Tonveronachi e Francesco Vegni

 

PREZZO E-BOOK  € 15,00 Iva inclusa

E-Learning

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

X
X