In Bandi

Nome dell’Avviso e Programma di provenienza:

AVVISO: Avviso pubblico per il sostegno a progetti di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso lo spettacolo dal vivo nella Regione Lazio – enti locali di cui all’art. 2 del D. Lgs. 18 agosto 2000 n.267 – enti di gestione delle aree naturali protette – enti pubblici regionali che operino per favorire la valorizzazione del patrimonio storico-artistico della Regione – organi ed istituti del Ministero della Cultura competenti in materia

Programma: Regione Lazio

 

Tipologia di Richiedenti/ Beneficiari:

Possono presentare domanda di contributo i seguenti enti che siano proprietari del bene o in possesso di un titolo di disponibilità all’utilizzo del bene oggetto di valorizzazione situato negli ambiti territoriali di cui all’allegato 1.1 o tra quelli elencati nell’allegato 1.2 dell’avviso:

a) enti locali di cui all’art. 2 del D. Lgs. 18 agosto 2000 n.267;
b) enti di gestione delle aree naturali protette, enti pubblici regionali che operino per favorire la valorizzazione del patrimonio storico-artistico della Regione, organi ed istituti del Ministero della Cultura competenti in materia.

 

Data di apertura/ scadenza della presentazione della domanda:

Data di apertura: 30/06/2022

Data di chiusura: 04/08/2022 (ore 23.59)

Valore Progettuale Minimo e massimo:

Non indicati

Percentuale di cofinanziamento: 

Percentuale massima: 80%

Limiti inferiore e superiore di Cofinanziamento:

Progetti presentati in forma singola – contributo massimo:

da 35 a 40 punti – € 10.000
da 41 a 45 punti – € 15.000
da 46 a 50 punti – € 20.000
da 51 a 55 punti – € 25.000
da 56 a 60 punti-  € 30.000

Progetti presentati da enti, organi ed istituti di cui all’art. 3 lettera b) o da enti di cui all’art. 3 lettere a) e b) in forma di partenariato o da soggetti aggregati istituzionalmente (es. Unione di Comuni) – contributo massimo:

da 35 a 40 punti – € 30.000
da 41 a 45 punti – € 40.000
da 46 a 50 punti – € 50.000
da 51 a 55 punti – € 60.000
da 56 a 60 punti – € 70.000

 

Descrizione Sintetica:

Le iniziative devono essere volte alla valorizzazione dei beni culturali del Lazio attraverso eventi di spettacolo dal vivo (teatro, musica, danza), in grado di rappresentare un richiamo per fruitori esterni e di animare la vita culturale e sociale delle comunità locali, riguardanti:

  1. Progetti realizzati negli ambiti territoriali individuati con le deliberazioni di Giunta Regionale numeri: 385/2015, 504/2016 e 624/2018 ed in particolare:
    – Le Città d’Etruria, con riferimento al patrimonio del Sito UNESCO delle Necropoli etrusche di Cerveteri-Tarquinia, del Parco archeologico di Vulci, dei siti di Pyrgi e di Veio.
    – Le Ville di Tivoli (centro storico ed emergenze monumentali con riferimento ai siti UNESCO di Villa Adriana e Villa D’Este, a Villa Gregoriana e al Santuario di Ercole vincitore).
    – Città di Fondazione, con riferimento ai territori individuati dalla Legge regionale 2001 n 27 quali Città di Fondazione del Lazio.
    – Cammini della spiritualità e Arte sui cammini, con riferimento ai tratti laziali della Via Francigena, Cammino di Francesco e del Cammino di San Benedetto.
    – Sistema di Ostia Antica e Fiumicino
    – Sistema della Via Appia Antica

Le iniziative devono essere realizzate esclusivamente nei territori dei Comuni elencati nell’allegato 1.1 (ambiti territoriali individuati dalle D.G.R. numeri: 385/2015, 504/2016 e 624/2018).

  1. Progetti realizzati all’interno dei beni accreditati nella Rete regionale delle dimore, ville, complessi architettonici e del paesaggio, parchi e giardini di valore storico e storicoartistico di cui alla determinazione dirigenziale 8 settembre 2021 n. GR5505-10, (ad esclusione di quelli accreditati con riserva). A questi si aggiungono quelli declinati nell’allegato 1 della l.r. n. 43/92 (Ville Tuscolane).

Saranno rese inammissibili le istanze o comunque non sarà concedibile o erogabile il contributo per progetti di cui al punto 2 ove gli stessi riguardassero interventi di valorizzazione da attuare all’interno dei beni che dovessero essere dichiarati decaduti dalla Rete ad esito dell’istruttoria di cui alle determinazioni dirigenziali nn. G04725/2021 e G07453/2022 con le quali è stato avviato il rinnovo complessivo della rete.

I beni ammessi ai fini del presente avviso sono esclusivamente quelli elencati nell’allegato 1.2 Informazioni ulteriori sui suddetti beni sono reperibili sul sito: http://www.retedimorestorichelazio.it.

I soggetti di cui all’articolo 3 devono presentare un progetto con le seguenti caratteristiche:

  1. a) iniziative esclusivamente di spettacolo dal vivo (rappresentazioni di teatro, musica, danza) che coinvolgano i territori compresi tra quelli indicati nell’allegato 1.1 promuovendo la fruizione dei beni culturali ricadenti negli stessi nonché i beni accreditati alla Rete regionale delle dimore, ville, complessi architettonici e del paesaggio, parchi e giardini di valore storico e storico- artistico di cui alla determinazione dirigenziale 8 settembre 2021 n. GR5505-10 (ad esclusione di quelli accreditati con riserva e quelli per i quali sono in corso verifiche da parte della struttura regionale competente come indicato all’art. 2 punto 2) e quelli declinati nell’allegato 1 della l.r. n. 43/92 (Ville Tuscolane), indicati nell’allegato 1.2, promuovendone altresì la valorizzazione.
  2. b) programmazione di almeno 10 spettacoli (titoli diversi), al massimo due nella stessa giornata, da svolgersi nel periodo compreso dal giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio al 30 settembre 2023;
  3. c) capacità di rappresentare un ruolo di particolare rilievo per la politica culturale della regione per la qualità dei programmi realizzati, la loro diffusione, le caratteristiche artistiche ed organizzative, il coinvolgimento di artisti di livello nazionale ed internazionale;
  4. d) equilibrata politica di costi e di ricavi.

Le attività dovranno svolgersi nel rispetto di tutte le disposizioni, prescrizioni e misure finalizzate al contenimento e al contrasto della diffusione del contagio del virus COVID-19 previste dai provvedimenti nazionali e regionali vigenti.

Soltanto nel caso in cui la realizzazione degli interventi programmati sia incompatibile con eventuali misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica in atto al momento della realizzazione dei medesimi interventi, è consentita la loro rappresentazione in forma digitale e a distanza (streaming), purché gli stessi siano fruibili in diretta dal pubblico, o in differita per giustificati motivi tecnici, e finalizzate comunque alla valorizzazione del bene o dell’ambito territoriale oggetto del contributo. In caso di attività in streaming questa deve essere documentata dall’agibilità degli artisti, dalla Siae, dagli accessi on line, dalla registrazione degli eventi.

Saranno favoriti i progetti che includano attività volte ad agevolare la partecipazione delle persone con disabilità mediante l’utilizzo di servizi, ausili e tecnologie assistive volte all’abbattimento delle barriere sensoriali (interpretariato teatrale) con traduzione LIS, sottotitolazione, audiodescrizione, etc.

 

Area di Cooperazione:

Regione Lazio

Partenariato:

I soggetti destinatari possono partecipare al presente avviso sia in forma singola sia in partenariato, anche di tipo misto (ad es. enti locali con enti di gestione).

Nel caso di partecipazione in forma di partenariato i requisiti sopra elencati devono essere posseduti da tutti i membri del partenariato singolarmente intesi. Nel caso di partecipazione in forma di partenariato il contributo deve essere richiesto dal soggetto capofila il quale coordina tutte le attività progettuali, rappresenta il partenariato nell’ambito dei rapporti con la Regione Lazio ed è l’unico responsabile di tutti gli adempimenti connessi all’attuazione e rendicontazione del progetto, previsti dal presente Avviso. Il soggetto capofila è il beneficiario effettivo del contributo assegnato ed erogato dalla Regione Lazio. Il soggetto capofila si obbliga a ripartire agli altri soggetti partner il contributo erogato dalla Regione Lazio, sollevando la stessa da qualunque azione possa essere promossa da questi ultimi avente ad oggetto la gestione e ripartizione del contributo.

I soggetti partecipanti in forma di partenariato che risulteranno beneficiari di un contributo nell’ambito del presente Avviso, in sede di accettazione dello stesso, dovranno stipulare un apposito Accordo di partenariato secondo il modello che sarà fornito dalla Regione Lazio nel quale dovranno essere specificati:
– l’ambito, l’oggetto e la durata dell’Accordo;
– gli impegni, anche di carattere finanziario ed economico, rispettivamente assunti dal capofila e da ogni singolo partner;
– i ruoli, le progettualità e le attività svolte dai singoli componenti dell’Accordo in riferimento al progetto complessivo;
– la modalità di rendicontazione che deve prevedere che ogni ente partecipante provveda all’approvazione del proprio rendiconto ed il capofila debba approvare anche il bilancio complessivo del progetto.

 

Tipo di Finanziamento:

Contributo a fondo perduto

Risorse complessive:

Le risorse destinate al presente Avviso trovano copertura complessiva per Euro 560.000,00 così articolata:

  • annualità 2022: euro 364.400,00
  • annualità 2023: euro 195.600,00

 

Link Bando:

Avviso: https://www.regione.lazio.it/sites/default/files/documentazione/DD-G08502-30-06-2022-AllegatoA-Avviso1.pdf

Programma: https://www.lazioeuropa.it/bandi/contributi-per-la-valorizzazione-del-patrimonio-culturale-attraverso-lo-spettacolo-dal-vivo/

Post recenti

Leave a Comment

quattro × 1 =

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

X