In Bandi

Nome dell’Avviso e Programma di provenienza:

AVVISO: Sottomisura 19.3 “Preparazione e realizzazione delle attività di cooperazione del gruppo di azione locale”

Programma: PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE SICILIA 2014-2022

 

Tipologia di Richiedenti/ Beneficiari:

Possono presentare domanda di sostegno i Gruppi di Azione Locale (GAL) selezionati per l’attuazione dei Piani d’Azione dalla Regione Siciliana. I soggetti di cui sopra, alla data di presentazione della domanda di sostegno (rilascio informatico sul SIAN) devono essere in possesso di un fascicolo aziendale PSR Sicilia 2014-2022 Sottomisura 19.3 P a g . 8 | 36 aggiornato alla medesima data, titolari di partita IVA con codice di attività agricola, iscritti alla CCIAA e all’INPS.

 

Data di apertura/ scadenza della presentazione della domanda:

Data di apertura: 15/06/2022

Data di chiusura: 15/07/2022

 

Valore Progettuale Minimo e massimo:

Minimo: 500.000,00 Euro

Massimo: 3.000.000,00 Euro

 

Percentuale di cofinanziamento:

100%

 

Limiti inferiore e superiore di Cofinanziamento:

Non indicati

 

Descrizione Sintetica: 

La Sottomisura 19.3 “Preparazione e realizzazione delle attività di cooperazione del gruppo di azione locale” è attuata sulla base del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Siciliana PSR Sicilia 2014-2022, approvato dalla Commissione Europea con Decisione C(2021) 8530 del 19/11/2021. Essa finanzia progetti di cooperazione interterritoriale, interregionale e transnazionale, ed in particolare, progetti in grado di:

1. rafforzare le strategie dei GAL, attuate attraverso i Piani di Azione Locale, con l’obiettivo di elaborare e attuare progetti di cooperazione che prevedano azioni comuni di offerte di servizi, nonché percorsi di incontro, sinergie, confronto e scambio di esperienze tra i diversi territori rurali, in grado di costruire un valore aggiunto per i prodotti locali;

2. migliorare la qualità della vita della popolazione rurale, la competitività delle imprese, valorizzare le risorse naturali e culturali, utilizzare nuovi know-how e nuove tecnologie;

3. migliorare le relazioni fra territori e il potenziale progettuale e relazionale dei GAL, valorizzando lo scambio di esperienze tra attori pubblici e privati dei territori e favorendo la realizzazione congiunta di azioni concrete di sviluppo locale e di promozione dei territori rurali;

4. valorizzare le esperienze di sviluppo e gestione del territorio rurale e delle risorse endogene, diffondere buone prassi (trasferibilità), nonché costituire relazioni durature di cooperazione tra i territori attraverso la messa a sistema delle risorse afferenti ai diversi territori di riferimento.

I contenuti del presente documento disciplinano gli aspetti specifici della Sottomisura 19.3 e, per quanto non espressamente previsto nello stesso, si rimanda alle “Disposizioni attuative e procedurali per le misure di sviluppo rurale non connesse alla superficie o agli animali – versione 2014-2022” approvate con D.D.G. n. 4239 del 12/11/2021.

Coerentemente con la scheda di misura del PSR 2014-2022, il sostegno è concesso per le seguenti categorie di interventi:

1. Azioni comuni volte a:

– creare competenze e trasferire esperienze sullo sviluppo locale attraverso pubblicazioni comuni, seminari di formazione per l’adozione di metodologie comuni o l’elaborazione di un’attività di sviluppo congiunta o coordinata;

– promuovere iniziative di valorizzazione del patrimonio storicoculturale e ambientale del territorio che presenta caratteristiche comuni tra i diversi partner, attraverso la realizzazione di azioni informative e formative, il trasferimento di buone pratiche, la creazione di servizi, itinerari turistici tematici, piani di comunicazione;

– migliorare la qualità della vita nelle aree rurali attraverso la realizzazione di azioni volte alla creazione di servizi, alla tutela del paesaggio, alla diffusione dell’Information Communication Technology, allo sviluppo e miglioramento delle possibilità di occupazione;

– realizzare sistemi innovativi volti a certificare la qualità e la tracciabilità delle produzioni primarie siciliane, specie in ambito di filiera corta e mercato locale, incoraggiando il mercato elettronico e la logistica;

– incoraggiare la produzione e commercializzazione congiunta di prodotti afferenti a una stessa categoria (agricola, alimentare, artigianale) attraverso la realizzazione di studi e indagini, progetti pilota, il trasferimento di buone pratiche, la creazione di servizi, disciplinari, piani di comunicazione;

– attuare ogni iniziativa volta a incrementare la competitività delle imprese siciliane;

– le attività comuni e le “azioni locali” devono essere indicate chiaramente nel formulario di progetto e devono dimostrare un diretto collegamento con gli obiettivi operativi del progetto.

2. Azioni locali realizzate dai singoli partner sul loro territorio se strettamente connesse e funzionali al raggiungimento dell’obiettivo comune definito dal progetto.

 

Area di Cooperazione:

Regione Sicilia

L’ambito territoriale interessato dall’applicazione del bando è rappresentato da tutti i territori interessati dal progetto di cooperazione, territori LEADER e territori NO LEADER. In quest’ultimo caso le spese relative alla cooperazione con un Paese Terzo, pur se non sostenute nell’area LEADER, sono ritenute ammissibili qualora siano riconducibili alla zona LEADER. Si considerano aree “Extra UE” le aree che non partecipano alle politiche dell’Ue e quindi al LEADER; sono considerate aree NO LEADER quelle aree che, pur appartenendo ad uno Stato membro, non aderiscono al LEADER.

 

Partenariato:

Tra i requisiti di ammissibilità:

Coinvolgimento nel progetto di cooperazione di almeno due partner, di cui almeno un GAL sostenuto dal FEASR situato nell’ambito del territorio nazionale, per la cooperazione interterritoriale, o in un altro Stato (anche extra UE) nel caso della cooperazione transnazionale, un’associazione di partner locali pubblici e privati su un territorio rurale impegnata nell’attuazione di una strategia di sviluppo locale all’interno o al di fuori dell’Unione.

Presenza di un accordo di cooperazione sottoscritto da tutti i partner, in cui sono definite le responsabilità e gli impegni di ciascuno di essi.

Individuazione di un GAL capofila del progetto di cooperazione che assumerà inoltre gli obblighi/impegni collegati alla concessione dell’aiuto oltre che la responsabilità finanziaria dell’intero progetto di cooperazione.

 

Tipo di Finanziamento:

Contributo a fondo perduto

 

Risorse complessive:

3.500.000,00 Euro

 

Link Bando:

Post recenti

Leave a Comment

sei − cinque =

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

X